Stai cercando il preciso significato del termine long tail keyword? Devi sapere che la definizione di long tail keyword non è sinonimo del numero di parole chiave digitate nella query di ricerca, ma piuttosto del volume di ricerca che producono.

Se sei responsabile della supervisione della strategia SEO per la tua azienda, ci sono alte probabilità che il tuo lavoro è anche quello di valutare le parole chiave per determinare su quali concentrarti. Molti professionisti che lavorano in una agenzia SEO credono erroneamente che le parole chiave long-tail siano definite dal numero di parole utilizzate in una particolare query di ricerca.

Ma questo tipo di pensiero è tecnicamente sbagliato.

Quindi, perché sono soprannominate parole chiave “long tail”? È un errore comune pensare che le long tail keyword rappresentino il numero di parole utilizzate nella frase.

Facciamo innanzitutto una premessa: la maggior parte delle ricerche eseguite su Google sono specifiche e personalizzate in base a ciò che l’utente sta cercando. Per questo motivo, il volume di ricerca è solitamente molto più basso. Le origini del nome “long-tail” possono essere attribuite al grafico della domanda di ricerca che potete osservare qui sotto.

Come si può vedere dall’illustrazione, la coda lunga del grafico della domanda di ricerca rappresenta queste query di ricerca altamente focalizzate e da questo deriva l’origine della definizione “parola chiave long-tail”.

curva della domamda di ricerca delle parole chiave
Image credit https://ahrefs.com/blog/long-tail-keywords/

Da dove deriva il termine “long tail keyword”

Il concetto di “long tail keyword” ha acquisito notorietà quando fu introdotto da Chris Anderson, autore di “The Long Tail: Why the future of business is selling less of more.”

Mirare a frasi di parole chiave con più parole è una pratica SEO molto comune, perché in genere è più facile ottenere un buon posizionamento sui motori di ricerca e portano traffico mirato con intenzioni di ricerca specifiche. Le frasi di parole chiave con meno parole generalmente sono più competitive e l’intento di ricerca è più frammentato.

Probabilmente pensi che questo tipo di frasi di ricerca siano definite a coda lunga, semplicemente perché hanno più parole nella frase.

È sicuramente vero che, tipicamente, le frasi che hanno un volume di ricerca più basso tendono ad avere più parole. Di conseguenza, questa definizione è stata distorta nel tempo e le persone hanno iniziato a correlare la definizione “long tail” con il numero di parole utilizzate nella frase piuttosto che nel volume di ricerca.

Vediamo più da vicino la curva della domanda di ricerca

Secondo la curva della domanda di ricerca, illustrata sopra, il 70% di tutte le ricerche eseguite online è costituito da long tail keyword.

Ciò significa che i termini di ricerca più diffusi, e su cui la maggior parte delle aziende si concentra erroneamente, rappresentano solo il 30% circa delle ricerche web totali.

Infatti come puoi vedere facilmente dal grafico sopra, l’asse Y è rappresentativo del “numero di ricerche mensili” e non dal “numero di parole”.

Per illustrare ulteriormente questo concetto, proviamo ad esaminare la keyword “moto” e le seguenti query di ricerca correlate:

  • Moto (principale)
  • Quad (correlata)
  • Scooter (correlata)
  • Auto usate (correlata)
  • Valentino Rossi (correlata)
  • Harley davidson (correlata)

Se dovessimo operare seguendo il concetto che il numero di parole sia direttamente correlato al volume di ricerca, allora potremmo affermare che le parole chiave sopra elencate sono state elencate in ordine.

Tuttavia, se analizziamo accuratamente ciascuna di queste parole chiave per le ricerche italiane (e il loro volume di ricerca corrispondente), queste saranno ordinate dalla più alta alla più bassa come segue:

  • Valentino Rossi – volume di ricerca 368.000
  • Auto usate – volume di ricerca 201.000
  • Moto – volume di ricerca 165.000
  • Quad – volume di ricerca 27.100
  • Scooter – volume di ricerca 27.100

La curva della domanda di ricerca in questo caso, come con qualsiasi argomento di nicchia che tu possa analizzare, mostra una divisione coerente tra le parole chiave a coda breve e coda lunga, come dimostrato nell’elenco di cui sopra.

Dall’esempio appena fatto, puoi notare che la ricerca di una sola parola chiave (“moto” o “quad” o “scooter”) ha prodotto un volume di ricerca inferiore rispetto ad una più ampia stringa di parole chiave correlate (“valentino rossi” o “auto usate”).  Ancora una volta, ciò dimostra che la definizione di parole chiave long-tail non è sinonimo del numero di parole digitate nella query di ricerca, ma piuttosto del volume di ricerca che producono.

Di conseguenza, una singola parola o una breve frase chiave può atterrare sulla porzione long-tail della curva di domanda di ricerca. La cosa importante in questo caso è che la popolarità di una parola chiave non può essere definita semplicemente contando il numero di parole usate nella ricerca.

Se una determinata nicchia ha un volume di ricerca totale di 100.000 ed è accompagnata da 1.000 opportunità di parole chiave, secondo questa logica si stima che dal 20 al 30 percento saranno parole chiave a coda corta, mentre le parole chiave a coda lunga rappresenteranno i restanti 70/80%.

Uno studio condotto da Hitwise nel 2008 ha confermato questa teoria, studiando circa 14 milioni di termini di ricerca nell’arco di tre mesi. Dopo aver analizzato i primi 1.000 termini di ricerca, è stata diffusa la seguente conclusione: “se si avesse il monopolio dei primi 1000 termini di ricerca su tutti i motori di ricerca (il che è comunque impossibile), mancherebbe ancora all’appello l’89,4 percento di tutto il traffico di ricerca.”

In sintesi, per costruire una SEO di successo per il tuo business, dovresti concentrarti sul 70-80% delle parole chiave che si trovano nella parte long tail nella curva della domanda di ricerca.

Concentrati sulle long tail keyword in linguaggio naturale

Con il linguaggio naturale la strategia per le parole chiave a lunga coda può fare miracoli e ci sono numerosi strumenti di ricerca disponibili per aiutarti a perfezionare la tua strategia SEO.

Ora che conosci la definizione precisa di cosa sia una parola chiave long-tail e di come siano nate alcune idee sbagliate (ma molto comuni), potrai essere sulla strada giusta quando eseguirai la ricerca per le tue parole chiave.